1/7 foto

Negri presenta lo stile industrial

Parola d'ordine: riqualificare. Per un ambiente giovane e dinamico

L’arredamento industriale prende piede negli anni Cinquanta a New York, dove migliaia di spazi dismessi come magazzini e depositi vennero riconvertiti in spazi abitativi lasciando l’impronta originaria del luogo. L’idea era quella di creare bellezza in posti dove essa non c’era più da tempo.

Questa tendenza fu alimentata da The Factory di Andy Warhol, lo studio in un appartamento industriale a Midtown Manhattan che divenne un punto di ritrovo per gli artisti del tempo.
Anche i film americani e le serie tv ambientate nei medesimi spazi contribuirono in tal senso, e fu così che il grande pubblico imitò sempre di più quello stile, molto più avvicinabile rispetto alle ville hollywoodiane che si vedevano fino a quel momento.

La tendenza al risparmio influenzata dalla crisi economica altalenante degli ultimi decenni unita alla volontà di un ritorno al passato ha certamente reso lo stile industrial così attuale: pareti grezze, mattoni a vista, resine, cemento, oggetti di recupero, mobili vintage, oggetti inconsueti sono alcuni degli elementi che fanno parte di un arredamento industrial.

Scegliere di arredare la propria casa con questo stile significa dar vita ad un ambiente giovane e dinamico, in cui, prende vita un’atmosfera di classe e minimalista. Il carattere vintage dei complementi d’arredo riproposti in chiave contemporanea conferiscono un’impronta moderna ed allo stesso tempo metropolitana.

La parola d'ordine dell’industrial style è riqualificare, bisogna sottolineare tutti quegli aspetti strutturali che qualsiasi altro stile avrebbe cercato di nascondere; quindi si a travi, tubi, cavi e mattoni a vista.

I materiali da utilizzare sono i metalli, il legno e la pietra, da mixare per dare vita ad un ambiente unico e estremamente personalizzato. I colori sono rustici e creano continuità tra pareti e pavimenti. Prevale il grigio, dai mobili ai tessuti per il divano o il letto. Volendo si può giocare con un pezzo di arredamento a contrasto, dal punto di vista cromatico, che stacchi completamente dal resto.

La luce è protagonista indiscussa in questi spazi filtrata da grandi vetrate e finestre. Essa alleggerisce l’atmosfera data dal grigio prevalente dei mobili. Per quanto riguarda l’illuminazione meglio scegliere grandi lampade a terra o lampade sospese con fili visibili per rispettare a pieno l’idea di trovarsi in una vecchia fabbrica di New York.

Per la zona giorno la cucina è spesso a vista con penisola, con sedie minimal e accessori a vista, elettrodomestici compresi. Un esempio perfetto per l’arredo della tua cucina con uno spiccato gusto garage è York di Stosa. Le finiture lasciano intravedere la naturale conformazione del legno rovere, che è proprio la sua peculiarità. Particolare è anche la cappa Loft in pieno stile urban disponibile in più colori. Numerosi sono gli accessori abbinabili, dagli elementi a giorno in metallo ai nuovi scaffali anch’essi in metallo, per arrivare a tavoli, sedie e sgabelli, per soddisfare i gusti di chi ama guardare al presente senza dimenticare il passato.

Un’alternativa interessante è Frame di Snaidero, la cucina classica in chiave moderna con contaminazioni industriali, configurabile a parete, con isola o con penisola a seconda degli spazi e delle esigenze con cappa con telaio metallico in acciaio inox o bronzo. Elementi metallici caratterizzano sia dal punto di vista funzionale sia estetico il progetto comparendo tra i mobili pensili, le basi, gli armadi, l’isola e come elementi living indipendenti.

Uno dei vantaggi è che lo stile industriale coesiste con qualsiasi altra decorazione: così in una stanza con mattoni a vista e un elegante camino in marmo trova posto un mobile soggiorno come quello del Gruppo Tomasella e divani in pelle e tessuto come Auto-reverse di Arketipo, il divano poliedrico e dalla forte personalità che unisce l’apparente disordine visivo all’ordine e alla cura dei dettagli. Nello stesso prodotto coesistono la delicatezza, il calore del tessuto e l'eleganza della pelle. Un particolare mix di materiali per creare combinazioni di cromatismi differenti e abbinamenti sofisticati.

Altri elementi che coesistono in una zona giorno in stile industrial sono un tavolo come Siviglia di Altacorte con gambe in ferro e piano in noce massiccio, sedie in metallo come Wally di Altacorte che combina alla perfezione il metallo delle gambe e l’eco-cuoio vintage della struttura, lampade come Zeppelin, la lampada da terra o a sospensione di Cattelan con struttura in acciaio verniciato nero opaco o nichel e tessuto di rivestimento in varie tonalità, per dare vita a ambienti di design e di carattere.

La zona notte è più accogliente e morbida dal punto di vista dei colori. Per la scelta del letto ti suggeriamo il modello Piuma del Gruppo Tomasella con o senza contenitore, con cuscini sfoderabili e inserti testiera in ecopelle vintage .

Infine, per completare l’industrial style della tua casa ti consigliamo di scegliere una carta da parati come Paradise, Issues, Sing 2 me o Electric Zoo di London Art. Essa ti permette di ricreare facilmente il clima industriale dando l'idea di un ambiente caotico, vissuto, informale, sempre in movimento e molto creativo.

Per maggiori dettagli visita

https://www.centronegriarredamento.com/it/azienda/news-dettaglio/la-tua-casa-in-stile-industrial/

Centro Negri Arredamento

siamo aperti tutti i giorni 9.00 - 12.30 / 15.00 - 19.30

Domenica e festivi solo pomeriggio 15.00 – 19.30

Via Emilia Parmense 2/4 Roveleto di Cadeo (PC)

0523/501511

[email protected]

Invia un messaggio