1/7 foto

Una palestra casalinga per rimanere in forma

Allenarsi fa bene al corpo ed alla mente, ma attenzione alla sicurezza dell’ambiente

Si avvicina l’estate, e per molte persone è arrivata la fatidica ora di “rimettersi in forma”, pronti per la sempre più temuta prova-costume. È in questo periodo che la decisione di iscriversi ad una palestra, o a corsi che possano rinforzare e tonificare il corpo, diventa inevitabile. Scegliere un luogo affidabile, con professionisti correttamente formati a livello professionale, è fondamentale.

Capita però che, a causa di impegni o ostacoli, lavorativi o personali, non a tutti sia possibile frequentare assiduamente una palestra, in modo da trarre vero giovamento dagli allenamenti.

Per ovviare a questi problemi, oppure per incrementare il lavoro svolto in palestra in orari in cui i locali non sono accessibili, c’è una soluzione: costruirsi una palestra personalizzata e casalinga!

Prima di tutto, è necessario fare i calcoli con lo spazio a disposizione, per sistemare attrezzi ed accessori nella maniera più corretta e sicura per la vostra salute e per quella dei vostri conviventi.

La scelta della stanza

Se state ancora progettando la vostra casa, riflettendo sulla disposizione di stanze e mobili, il compito risulterà molto più semplice: avendone la possibilità infatti, sarebbe possibile riservare una stanza proprio a questo scopo! Questo ambiente però dovrà avere alcune caratteristiche fondamentali: prima di tutto deve essere dotata almeno di una finestra, in modo da facilitare il ricircolo d’aria.

L’arredamento

Dovrete dotarvi anche di un armadio, o uno scaffale, dove riporre accuratamente gli attrezzi che userete durante le sessioni di ginnastica. In questo modo non solo manterrete l’ambiente in ordine, eventualmente rendendolo fruibile anche per altre funzioni, ma scongiurerete il pericolo di inciampare in attrezzi lasciati a terra.

Non potrà mancare un grande specchio, meglio se a figura intera, di fronte al quale compiere i vostri esercizi. Questo aiuterà non solo a notare i miglioramenti del vostro fisico e del vostro organismo, ma a compiere correttamente gli esercizi.

L’illuminazione

La luce sarà fondamentale, per permettervi di osservare meglio i vostri movimenti e correggerli se necessario, in modo da svolgere la vostra seduta ginnica in tutta sicurezza ed evitarvi cadute o generici infortuni. Se la stanza è dotata di una finestra, sfruttate per quanto potete la luce solare, magari aprendo anche i vetri per far entrare una fresca brezza primaverile. Se invece la finestra non è presente, oppure è troppo ridotta, o ancora avete la possibilità di allenarvi solo dopo il tramonto, l’illuminazione artificiale più indicata è quella con una temperatura di colore sopra 5000K, ottenuta magari grazie ad un led che permetta di ricreare la luce solare.

Il pavimento adatto

Nel caso in cui la stanza dedicata all’allenamento non sia già dotata di moquette, saranno necessari dei pannelli di gomma con cui ricoprire il pavimento. Questo accorgimento servirà non solo al vostro fisico, che trarrà giovamento dal “molleggio” dato dalla gomma, anche e soprattutto se farete esercizi a corpo libero. Ma sarà soprattutto un aiuto fondamentale per non rovinare il pavimento sottostante, che potrebbe graffiarsi a causa dello spostamento degli attrezzi.

E ora, mancano solo i giusti attrezzi, possibilmente scelti con l’aiuto di un allenatore o un esperto in questo settore, e la motivazione giusta!